Vita quotidiana nell’Ottocento

Nei paesi montani come Esino è d’obbligo essere il più possibile autosufficienti. Dal cibo al vestiario ogni cosa è prodotta localmente in un rigoroso ciclo di attività che sa adattarsi e sfruttare ogni stagione. Il Museo rievoca la quotidianità esinese attraverso numerosi manufatti che documentano le pratiche alimentari, le attività agricole-pastorali e quelle legate alla lavorazione del latte.

Nella vecchia sede del Museo, situata nella piazza del Comune a poca distanza, è inoltre visitabile la ricostruzione di un casel, la baita tipica dei maggenghi attorno al paese dove veniva lavorato il latte.

 

Nella foto, un collare in legno con campanaccio per capra (Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus / Wikimedia Commons)